Trasformare i sogni in realtà

di Daniele Belgrado

Ognuno di noi ha un sogno da realizzare oppure in qualche momento della sua vita ha avuto un sogno.
Che fine ha fatto quel sogno?
Lo hai realizzato?
Se non lo hai realizzato è possibile che tu lo abbia abbandonato?
La maggior parte delle persone abbandona il suo sogno prima di realizzarlo.
Il problema più importante non è l’abbandono di quel sogno particolare ma la rinuncia a sognare.
La maggior parte delle persone, dopo qualche tentativo non riuscito, decide di non sognare più, di diventare “realisti”…
Ma che cosa significa non sognare più e diventare realisti?
Significa smettere di crescere, smettere di lottare per qualcosa che ci piace, significa rendere reale e definitivo il nostro fallimento.
In realtà noi abbiamo fatto solo qualche tentativo con esito negativo e abbiamo abbandonato il nostro sogno.
Forse abbiamo sofferto per questo e per evitare di soffrire eventuali nuove delusioni abbiamo smesso di sognare rinunciando alle nostre capacità creative e al nostro potere personale di costruire una migliore qualità di vita.
La delusione è stata forte e allora ci costruiamo una serie di convinzioni limitanti vantandoci di non essere più dei ragazzini sognanti ma donne mature o uomini maturi ben radicati in una realtà molto diversa dai nostri sogni.

Talvolta un libro o un film ci fa ricordare i nostri sogni, ma per proteggerci ancora da possibili nuove delusioni affermiamo che chi ha avuto successo, chi ha realizzato i suoi sogni, ci è riuscito perchè ha avuto più fortuna o più soldi o un ambiente più favorevole.

Un uomo che smette di sognare sopprime una parte molto importante delle sue facoltà di essere umano.
I familiari, gli amici e i mezzi di comunicazione non ci aiutano perchè ci mostrano una realtà in cui è difficilissimo, se non impossibile, realizzare i propri sogni.
Ci dicono che è meglio volare bassi anzichè puntare in alto.
Familiari e amici lo dicono con l’intenzione di proteggerci da delusioni e sofferenze ma in realtà ci incoraggiano a vivere una vita modesta, fatta di doveri, regole, apparenze.

Difficilmente le persone incoraggiano altre persone, familiari o amici, a raggiungere un livello di sviluppo superiore al loro.

Questa constatazione mi ha suggerito di creare un evento per spiegare bene che cosa accade alle idee e ai sogni, a quali sono le difficoltà a cui si va incontro e quali sono le soluzioni pratiche, le risorse necessarie per trasformare i sogni in realtà e per mettere in pratica le idee e portarle al successo.

Giovedì 6 settembre, a Scandicci FI, spiegherò tutto questo a un gruppo ristretto di persone e fornirò alcuni strumenti indispensabili per trasformare i sogni e le idee in realtà.
La partecipazione è gratuita ma occorre prenotare.
Se vuoi partecipare, puoi scrivere a: danielebelgrado@gmail.com

Share Button
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *