Come de-stressarsi e vivere felici

di Claudia Maria Ricci –

Lo stress!
Tutti ne parlano, tutti si portano addosso come un cappotto pesante questo invisibile nemico che attanaglia le nostre vite.
Spesso si tratta di vite frenetiche, senza un attimo di pausa, che giorno dopo giorno si snodano in modo sempre uguale ma che creano dipendenza e sicurezza.
Fino al momento in cui si va in burn out, un tempo si parlava di esaurimento nervoso. Arriva infatti un momento in cui il nostro intero sistema mente – corpo non ne può più e si blocca.
Una serie di sintomi vari ci colpisce: insonnia, ansia, astenia oppure fame nervosa, tachicardia, stanchezza più o meno cronica, attacchi di panico.

Le soluzioni…

Gli altri ci dicono di fermarsi, di riposare e di calmare il ritmo frenetico ma come facciamo… ci sembra impossibile!
Allora ci gettiamo a capofitto su vari integratori o veri e propri farmaci che promettono di risolvere il nostro problema, oppure ricorriamo ad auto-ipnosi, corsi di respiro etc etc.

Il punto è che il nostro corpo e la nostra mente non sono fatti per essere sempre all’erta, per girare sempre al massimo, nel mondo animale infatti non esiste lo stress come lo intendiamo noi.
Possono esserci momenti anche di grande pericolo che vengono gestiti nelle modalità lotta o fuga, in cui tutti gli ormoni atti a far fronte alla situazione, cortisolo, adrenalina etc, vengono smaltiti, ma poi tutto passa e si torna a ritmi naturali, in cui, diciamo, ci possiamo rilassare.

Badate bene che questo accade non solo a livello generale ma anche a livello della singola cellula.
Infatti, quando siamo stressati, lo sono anche tutte le nostre cellule, si tratta di una risposta sistemica, di tutti i nostri organi e di tutte le nostre cellule, ad una iperstimolazione non prevista in natura.

E allora come possiamo fare?

Il problema è culturale.Per rallentare bisogna permettersi di farlo, trovare perciò delle soluzioni alternative di gestione del tempo e accedere a parti di noi meno conosciute che possono aiutarci a trovare una soluzione.

Una possibilità interessante che sta trovando importanti consensi è quella delle Matrici del Tempo.
Si tratta di fare un’esperienza in sessione singola o di gruppo in cui è possibile riconnettersi in modo semplice a quelle parti intuitive e creative di noi che ci aiuteranno a rilasciare lo stress e forse a cambiare vita.
Nel camminare attraverso le spirali della propria linea del tempo, dal passato al presente e poi al futuro, si ha un immediato senso di pace e di rilassatezza in cui è possibile liberarci di quei condizionamenti che ci hanno condotto nel disagio in cui ci troviamo immersi.

Un metodo che unisce passato e futuro, che si ispira al camminare i Labirinti dalle antiche memorie e alle nuove frontiere della fisica quantistica, utilizzando le varie dimensioni spazio-temporali o semplicemente creando un riorientamento della vostra stessa bio-energia per riparare i guasti e rimettere a tacere quegli agenti stressori che stanno rovinando la vostra vita.

Qualunque sia la spiegazione, restano i risultati che rimangono nel tempo e i cambiamenti che coloro che hanno fatto un lavoro con le Matrici del Tempo, sono riusciti ad ottenere nella loro quotidianità che gli hanno permesso di essere più felici.

Share Button
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *